giovedì 19 aprile 2012

Sa coccoi prena o pane ripieno

 

DSC_0099

 

DSC_0100

DSC_0104

La ricetta di oggi appartiene alla tradizione sarda e precisamente è tipica della zona chiamata Ogliastra. Ora non essendo io di origini ogliastrine non ne avevo mai sentito parlare. Un po’ di tempo fa navigando sul web ho visto alcune immagini e la “cosa” mi ha incuriosito parecchio, tanto che era da quel dì che mi frullava per la testa l’idea di realizzarla.Così ho cercato e studiato varie ricette e devo dire che quella che ho trovato più affidabile e dettagliata(a mio modesto parere) è stata questa qui. Il blog dal quale l’ho presa è Trattoria Muvara, passateci e fermatevi. La padrona di casa ha sempre la pentola sul fuoco e un sacco di ricette della cucina sarda e non da condividere! Grazie di cuore ad Aiuolik per aver condivisoSorriso Quasi dimenticavo di dirvi che sa coccoi prena  è composto da una base di pasta di pane con al centro un ripieno di patate e formaggio, molto simile a quello dei culurgiones di patate. Ad ogni modo per fare questa deliziosa coccoi prena vi occorrerà:

Per la base:

  • 600 g di semola di grano duro rimacinata
  • 1/2 cubetto di lievito di birra
  • 400 g di acqua
  • 15 g circa di sale
  • 2 cucchiai da tavola di olio extravergine d’oliva

Per il ripieno:

  • 1 pentola di patate
  • 4 o 5 manciate di Fiscidu
  • aglio
  • menta secca
  • 1/2 litro di olio extravergine d’oliva caldo, io ne ho usato 1 bicchiere
  • strutto

In sostituzione del “fiscidu” che è un formaggio di latte di capra conservato in salamoia e che si produce in Sardegna, si possono utilizzare sia la ricotta salata(meglio se di latte di capra) o la feta greca.

Preparate la base mettendo la semola in una terrina o nell’impastatrice, sciogliete il lievito in metà dell’acqua occorrente precedentemente intiepidita e uniteli alla semola, cominciate a impastare aggiungendo mano a mano la restante acqua tiepida nella quale avrete fatto sciogliere il sale e i due cucchiai di olio. Impastate bene fino ad ottenere un impasto elastico e liscio che metterete a lievitare in una terrina sigillata con pellicola trasparente al riparo da correnti d’aria, per almeno due ore o finché avrà raddoppiato di volume. Nel frattempo che l’impasto lievita (o anche prima se volete) preparate il ripieno: fate lessare le patate in abbondante acqua, scolatele e fatele intiepidire. In una terrina abbastanza capiente schiacciate le patate, aggiungete il fiscidu a pezzetti ( o il formaggio che userete) l’aglio e la menta precedentemente tritati, l’olio e lo strutto. Impastare bene con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo. Preriscaldate il forno a 220°C (meglio se ventilato). Prendete l’impasto lievitato e stendetelo in uno spessore non troppo sottile,(2,5 cm) dalla sfoglia ricavate dei cerchi di 10 cm di diametro, io ne ho fatto un po’ con questo spessore e quattro di circa 15-18 cm. Ponetevi al centro una manciata di ripieno, qui io ho fatto a piacere e a occhio. Richiudete la pasta tutt’attorno al ripieno come nella foto. Cuocete in forno per 35 minuti e buon appetito!

DSCN0990

 

DSCN0991

 

DSCN0994

 

P1040895

Annalisa

4 commenti:

Federica Simoni ha detto...

mamma mia che buono questo pane!!!mette l'aquolina solo a guardare!bravissima Annalisa!baci!

Jay ha detto...

Mmmm...flavorful & yummy version
Tasty Appetite

Aiuolik ha detto...

Grazie Annalisa!!! Che belle parole che hai usato per descrivere la Trattoria e la sua padrona di casa :-)))) Contentissima che ti siano piaciute e grazie grazie per aver condiviso la tua esperienza con la blogsfera!

Un abbraccio virtuale!!!
Aiuolik

Rita ha detto...

I have never heard of this before, but we are potato lovers and this recipe is really tempting my tastebuds.
Rita